Anarchici intoccabili

Gli “estremisti” come me sono perseguitati dalla polizia, dalle autorità e dai media, perché noi esprimiamo senza vergogna il nostro amore per tutto ciò di buono ed Europeo. Essi non vogliono nulla di tutto questo! Non vogliono che idee “estremiste” del genere vengano diffuse e rovinino i loro piani di sterminio dell’Europa, armi e bagagli.

C’è un gruppo di estremisti veri qui in Europa, che proprio come le autorità lavora per la distruzione dell’Europa, di ogni singola nazione europea e della sua cultura, attraverso la violenza. In realtà questi sono persino supportati finanziariamente dai governi europei. Essi reclutano e promuovono le loro idee attaverso poster propagandistici come questi:

NB! Voglio sottolineare che non condivido in alcun modo il messaggio di nessuno di questi poster e che li includo in questo post solo per mostrare quanto sia criminale la mentalità degli anarchici e dei comunisti.

onlygoodfascist antifascistisk

anti-fascist-action_sj

anti-fascist1

6847684166_7deee5e301_z

anti_fascist_fighter_by_party9999999-d64b55q

images (10)

524145_359547000772289_1083350628_n

antifa_by_lycanthr0pe

afa-cross

5344504294_80580f64e7_z

images (14)

tumblr_lmcijghMO91ql4opro1_1280

images (15)

Ora immaginate se io, un europeo nazional-pagano, avessi fatto poster con slogan simili a quelli in questi poster, con slogan come “Colpisci i Giudei” o “Azione antigiudaica” con l’immagine di una molotov che viene lanciata, o “Se non puoi convincere un internazionalista fai conoscere la sua testa al marciapiedi”, o “L’unico giudeo buono è un giudeo morto” o anche “Tutti i miei eroi uccidono poliziotti”, ecc., ecc. Verrei arrestato entro pochi giorni e mandato direttamente in prigione – o possibilmente anche in un ospedale psichiatrico, e mi terrebberò lì per anni.

Quindi ditemi, cari europei: perché i nostri governi permettono di andare avanti in questo modo a questi odiatori violenti, che lavorano attivamente per distruggere ogni cosa a noi cara, e anche chiunque alzi la voce per parlare contro ciò che fanno? Essi dichiarano esplicitamente di voler sbattere le nostre teste sul marciapiedi, di usare volentieri la violenza come mezzo per rimuoverci dalle strade. Oh, e ricordate che chiunque non si inginocchi davanti le statue di Lenin e non legga Karl Marx ogni sera prima di andare a letto viene considerato da questa gente come un “nazista”.

Dov’è la polizia? Perché questi punk non vengono arrestati e mandati in prigione o negli ospedali psichiatrici nei quali dovrebbero stare? Perché la polizia segreta è utilizzata per terrorizzare ad esempio famiglie di survivalisti che si preoccupano solo della sopravvivenza dell’Europa e della cultura europea, quando ci sono persone come questi anarchici in libertà?

Cosa c’è di sbagliato qui? Perché a questi propagatori d’odio viene permesso di dire e fare tutto ciò che vogliono? Perché sono intoccabili e chi li ha resi tali? Anche se noi ci difendiamo dalle loro aggressioni gratuite, siamo noi ad essere mandati in prigione. Perché?

Ah, ma capisco. Essi sono le Sturm Abteilung dei socialisti, usati per colpire fisicamente quelli di noi che protestano contro il loro genocidio europeo, e terrorizzare il resto fino alla sottomissione.

Ora, lasciate che vi rammenti un semplice fatto: essi sono meno dell’1% della popolazione europea, così se volessimo, il resto di noi, il 99%, potremmo respingere facilmente i loro attacchi. Non c’è veramente alcun bisogno di sottometterci a tutto ciò che dicono. Sorgete, europei, siate orgogliosi e difendetevi quando siete attaccati da questi criminali, e difendete anche gli altri che sono attaccati da loro se siete sul posto e assistete a ciò. Non lasciate che l’1% terrorizzi fino alla sottmissione il 99%.

Posso aggiungere che quando avevo 20 anni ero spesso (cioè in media un paio di volte alla settimana!) attaccato nelle strade di Bergen, da immigrati e punk internazionalisti, ma ciononostante non sono mai corso via né mi sono tirato indietro una sola volta, raramente ho dovuto combattere con loro in prima persona. Vedete, molto più spesso prima che io avessi il tempo di fare qualsiasi cosa, dei concittadini norvegesi – i tipici lavoratori/studenti assolutamente normali, alla moda, con i capelli corti e senza alcun precedente penale – venivano in mio soccorso e li colpivano. Questo dopo un periodo in cui sono stato brutalmente attaccato dai media per diversi mesi, così che chiunque a Bergen sapeva come ero e tutti sapevano chi e cosa fossi. Così ero molto vulnerabile ed esposto ad attacchi di questo tipo.

Quando mi trovavo in qualche pub o locale lo stesso tipo di cittadini norvegesi assolutamente ordinari mi si avvicinavano – sapendo che ero sotto costante attacco – e mi dicevano che nel caso avessi avuto bisogno di aiuto avrei semplicemente dovuto far loro un cenno, e sarebbero venuti in mio soccorso. Per quanto bizzarro possa sembrare, mi ritrovavo a bere bibite gassate con un gruppo di fino a otto norvegesi alti e forti nel raggio di circa cinque metri dal mio tavolo, che non facevano altro che guardarmi le spalle, e ogni volta che qualcuno si avvicinava a me dovevo far loro un cenno per dire se era tutto ok o no, e in tal caso sarebbero accorsi in un secondo.

A tutt’oggi sono sorpreso e molto colpito dalla solidarietà dei norvegesi ordinari per un “estremista nazionalista pagano” ed eternamente grato a tutti quelli che mi hanno aiutato. Sono orgoglioso di loro, i miei concittadini norvegesi, e penso che possano essere usati come buon esempio di come una società dovrebbe funzionare, e come i nazionalisti dovrebbero essere protetti dai criminali anarchici e comunisti sponsorizzati dallo stato. Incoraggio ognuno in Europa a seguire il loro buon esempio; aiutate tutti i nazionalisti che sono attaccati da questi criminali! Aiutate coloro i quali sollevano la testa per assicurare un futuro a voi e alle vostre famiglie!

Grazie a tutti coloro i quali mi hanno aiutato, fisicamente, nel 1993 a Bergen. Grazie di cuore a voi tutti. Non lo dimenticherò mai. HailaR WôðanaR!

Traduzione a cura di Vargr í Véum

Advertisements

2 thoughts on “Anarchici intoccabili

  1. Pingback: Untouchable Anarchists | Thulean Perspective

  2. Pingback: L’impunité des anarchistes | Thulean Perspective Français

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s