Generazione tradimento

Una delle esperienze più comuni che faccio quando sono fuori con mia moglie e i bambini è quella di vedere donne di 50-70 anni esprimere il loro disprezzo per mia moglie e i bambini. Queste donne dai capelli corti, e spesso rossi, esprimono chiaramente il loro odio e la loro rabbia per il fatto che mia moglie sia stata tanto maleducata da non approfittare delle tante “libertà” per le quali esse – le femministe del boom demografico – hanno combattuto tanto. Al contrario mia moglie ha scelto di essere una moglie e madre tradizionale. Le stesse donne sprizzano di gioia quando vedono bambini “multiculturali”, e manifestano anche questo altrettanto chiaramente. Sono così felici di vedere quei piccoli bambini marroni, con i capelli ricci e tutto il resto.

Fortunatamente questo gruppo di donne del boom demografico sono le uniche che vedo reagire in questo modo. Le donne più anziane, le donne più giovani e gli uomini di tutte le età, anche gli uomini del boom demografico (in particolare quando sono da soli…), reagiscono in modo totalmente diverso. Esprimono chiaramente la loro gioia per la vista di una giovane donna bionda con bambini biondi, e ci dicono anche quanto pensano siano belli con i capelli biondi e gli occhi azzurri. In particolare le donne più anziane spesso fermano mia moglie per dirle che lei è una vera donna.

Le donne del boom demografico sembrano essere completamente fuori di testa, in così tanti modi, così gli uomini del boom demografico sembrano a prima vista migliori, ma anch’essi hanno un grave difetto: sembrano essere terribilmente deboli, codardi e semplicemente senza spina dorsale. Non si esprimono mai contro l’ingiustizia. Non si oppongono mai al volere delle loro consorti antieuropee dai capelli corti. Chinano semplicemente la testa e accettano… tutto. L’Europa sta cadendo, ma essi non fanno nulla, perché le loro mogli fuori di testa non vogliono.

Questa generazione del boom demografico, che preferisco chiamare “la generazione traditrice”, è stata pesantemente corrotta dai dominatori dell’Europa dopo la Seconda Guerra Mondiale, e non ha fatto nulla per così tanto tempo per evitare che l’Europa venisse conquistata dai nostri peggiori nemici. Hanno accettato le loro tangenti e agito in questo modo:

Se siete nuovi al concetto di boomers (la generazione del boom demografico), sentitevi liberi di familiarizzare con esso tramite questa immagine:

boomersita

Non tutti coloro tra i 50 e i 70 anni sono però boomers, e certamente in Europa Orientale questo fenomeno sarà probabilmente per lo più sconosciuto, ma un buon numero di loro lo sono. Essi pensano di sapere tutto meglio, sempre, ma in realtà sono la più ignorante e codarda generazione che abbia mai camminato su suolo europeo. Per noi, per quelli che combattono per l’Europa, non sono solo un grande problema, ma possibilmente uno dei più grandi problemi che abbiamo. Sono i nostri genitori o i nostri nonni, ma sabotano attivamente i nostri tentativi; metaforicamente parlando ci sparano alle spalle quando ci apprestiamo a combattere il nemico. Ci manipolano e provano a controllarci nel miglior modo che possono, e sembrano farlo sempre per fermarci dal combattere per l’Europa. Fanno del loro meglio per sottrarci le nostre poche risorse, per segnalarci alle autorità se pensano che abbiamo fatto qualcosa di illegale, per spargere menzogne su di noi alle nostre spalle e così via.

Noi, i loro figli e nipoti, dobbiamo rimboccarci le maniche e aggiustare ciò che questi traditori hanno distrutto. Lo dobbiamo alle generazioni future. Dobbiamo fare tutto ciò che possiamo, usando tutti i mezzi legali che abbiamo a nostra disposizione.

Mostrate alla generazione del boom il rispetto che merita. Nel migliore dei casi essi se ne stavano passivamente là quando fu concesso ai nostri nemici di far marcire l’Europa dall’interno. Ignorate ciò che essi dicono. Fate l’opposto di ciò che vi consigliano. Non mostrate pietà, lasciateli morire soli di vecchiaia nelle fantastiche case da vecchi che si sono costruiti a spese dei loro figli. Hanno quel che si meritano. HailaR WôðanaR!

Traduzione a cura di Vargr í Véum

Advertisements

One thought on “Generazione tradimento

  1. Pingback: Generation Treason | Thulean Perspective

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s