Valhalla Attende!

Le Norne, le dee del Fato, risiedono nei pressi del Pozzo di Mîmir («Memoria», «Riminescenza»), alias il Pozzo di Urðr (“Stima”, “Onore”, “Pietra”, che si trova nei termini “Wyrd” e “Weird” [Wyrd è il nome per “Fato”, “Destino” nell’antica cultura Norrena, mentre “Weird” è traducibile come “Sorte”, “Fortuna” – NdT]. Questi pozzi altro non sono che grotte o dolmen in cui il morto riposa, i menir sotto i quali giacciono, i tumuli sotto cui dormono. Il Pozzo delle Norne altro non è che la grotta del Nobile defunto: Valhöll (“Sala del Caduto”).

L’albero sacrificale stesso cresce sul tumulo sepolcrale, e le sue radici crescono dentro al Pozzo di Urðr. Völuspâ stanza 19:

«So che un frassino s’erge, chiamato Yggdrasil,

alto albero asperso di bianca argilla.

Di là viene la rugiada che cade nella valle,

si erge sempre verde sul pozzo dell’Onore.»

Per imparare dalle Norne l’uomo deve visitare i morti: egli impersona quindi il pallido dio della morte, Ôðinn, il dio che accompagna i morti a Hel, e che ad Halloween porta con sè il corpo di un morto (il vischio, il corpo di Baldr) per guadagnarsi l’accesso. Questo ramo dorato, questa bacchetta, è usata come chiave per aprire la grotta. Colui il quale porta con sè tale tamsvöndr, una bacchetta usata per domare (così chiamata nella stanza 26 dello Skîrnismâl, gli viene dato l’accesso. Quindi entra…

Hâvamâl stanza 109:

«È tempo che cominci a parlare dal seggio del vate

presso il Pozzo dell’Onore

Vidi e tacqui, vidi e meditai,

ascoltai i discorsi degli uomini.»

Völuspâ stanza 20:

«Da quel luogo vengono fanciulle di molta saggezza,

tre, da quelle acque che sotto l’albero si stendono.

Ha nome Onore la prima, Futuro l’altra –

sopra una tavola incidono rune – Dovere quella ch’è terza.

Queste decidono la legge, queste scelgono la vita

per i viventi nati, le sorti degli uomini.»

Egli incontra l’Onore antropomorfizzato del defunto, rappresentato da un’attrice (una stregona), e anche dalle sue sorelle: Ciò che è e Cio che sarà. Egli deve superare le prove a cui lo sottopongono, deve rispondere ai loro indovinelli, comprendere i loro segreti e conoscere il vero significato dei loro sacri versi. Deve essere Scelto da queste per poter rinascere nuovamente. Al fine di reclamare giustamente l’Onore, hamingja, del Nobile defunto che riposa all’interno. Se vi riesce nasce di nuovo. Madre Terra stessa lo dà alla luce, mentre questi abbandona il suo ventre (il tumulo sepolcrale) gridando, tremando, agitandosi, mentre il Sole sorge nel primo giorno del mese di Valaskjâlfr (“il tremito dell’eletto/caduto”). Non è più soltanto un uomo, ma è diventato un dio, Vâli (“eletto/caduto”), ed è diventato il Nobile defunto che stava nella grotta. Ora può giustamente reclamare gli oggetti di valore presenti nel sepolcro insieme al nome del morto. Ora può giustamente reclamare il suo hamingja!

Le Norne (di Ludwig Burger):

die_nornen_urd_werdanda_skuld_unter_der_welteiche_yggdrasil_by_ludwig_burger

L’uomo o la donna, o più spesso il ragazzo o la ragazza, è niente prima di aver compiuto questo rituale d’iniziazione. Egli o ella non ha onore: né passato, né presente e né futuro. Per entrare a far parte del hamingja della tua stirpe devi affrontare questo rituale, legando te stesso all’eternità. Quelli che falliscono vengono gettati nell’oblio dalle Norne, le Valkyrie (“coloro le quali scelgono i caduti”, i.e. “quelle che stanno a decidere se ti meriti di essere eletto o meno”). Quelli che falliscono non prendono un nome per se stessi: né hamingja, né Onore. Rimangono meri mortali.

Quand’egli diviene un Vâli può lasciare (e rinascere da) il Valhöll (la camera sepolcrale) ogni giorno1 (= ogni periodo di tempo che dura una vita), combattere e venire ucciso, senza nessuna conseguenza che il rinascere il successivo “giorno” (la volta successiva che uno della stirpe viene iniziato e diventa lui in una nuova vita, in una nuova forma), con la possibilità di alzarsi e combattere nuovamente. Non c’è una vera morte per lui, solo rinascita. Diviene immortale! Un dio, Vâli, poiché scelto dalle Norne – che gli hanno conferito un passato, un presente e un futuro. Un hamingja.

Valhöll e Âsgarðr (“il giardino degli spiriti”) non sono “Reami Celesti” di qualche tipo, ma situati proprio qui sulla Terra, tra di noi, ma sono accessibili solo a coloro i quali siano diventati dèi e dee. Sono accessibili solo a chi appartiene alla stirpe di Jarl (la razza Europea). Sono accessibili sono ad uomini con un hamingja. 

Le Norne Annaffiano l’Albero della Vita:

norns_1832_from_die_helden_und_gc3b6tter_des_nordens_oder_das_buch_der_sagen

Questo il significato di destino nella mitologia Scandinava. Questo è quanto le Norne, le dee del fato2, ci raccontano. La rete che intessono, i fili della vita, è ciò che compone l’hamingja: le onorevoli imprese, i gloriosi traguardi, le decisioni coraggiore prese in vita, gli atti eroici, la vita Nobile, la saggezza divina: la luce spirituale, emessa dal tuo spirito verso altri. Le Norne usano l’acqua di questo pozzo dei ricordi per annaffiare Yggdrasil, l’albero della vita. La vita cresce migliore e più forte con l’Onore di un uomo. HailaR WôðanaR!

1 Giorno (No. dag) da dagr (“giorno”), che in origine non significava solo “giorno”, ma “vita”, “limite”.

2Fato in Scandinavia non è il fato che si vendica sull’individuo (come Nemesis) che può essere visto come intromettersi tra le fortune degli uomini: è invece un’impetuosa forza che viene liberata, lasciata lavorare nella vita dell’universo. Non conosce alcuna legge se non quella di conseguenza, e non obbedisce ad altro impulso che la natura. Rende gli eventi della vita inevitabili come il sorgere del Sole.

Immagini di Valhöll/Hel da diverse parti d’Europa.

21857178 burial_mound newgrange-aerial pa00091139 tablemarchand01_580 viols-le-fort_dolmen

Traduzione a cura di Marco Prandini

Advertisements

One thought on “Valhalla Attende!

  1. Pingback: De Mysteriis Dom Sathanas | Thulean Perspective Italia

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s