Sul Cristianesimo

Il cristianesimo non è ciò che era una volta. Ha avuto inizio come una setta puramente giudea – una delle tante, potrei aggiungere – finendo per diventare una serie di religioni piuttosto differenti. Per esempio, Marco Aurelio perseguitò i primi cristiani perché v’erano prove fossero cannibali, che uccidessero ritualmente dei bambini innocenti, anche neonati, ed erano anche coinvolti in una vasta gamma di altre attività sotterranee – proprio come altri giudei del tempo.

Il cristianesimo di oggi, qualunque versione, sembra non avere molto in comune con l’apparentemente cannibalistico, infanticida e in altri modi criminale cristianesimo dell’antichità, quindi cos’è successo? Oggi non ci viene detto nulla degli orribili crimini dei primi cristiani, o nel caso venga detto, vengono menzionati solamente per provare a giustificarli o si pretende che non sia mai accaduto nulla del genere.

Gesù Cristo, così come ce lo descrive la pseudo-storia, e se è mai esistito, era un ribelle, che combatteva contro l’occupazione romana della Giudea, e i primi cristiani devono essere visti in quest’ottica. Il cristianesimo era una setta, ma soprattutto era un movimento di resistenza che combatteva contro l’occupazione romana. Le attività dei primi cristiani a Roma devono essere capite in quest’ottica. Essi usavano inizialmente il terrore per conseguire i loro obiettivi: la minaccia ai romani di essere mangiati, il rapimento e conseguente sacrificio rituale di bambini gentili, ecc. Erano una forma di sicarii, come lo erano al tempo anche molti altri gruppi giudei.

I gruppi terroristi hanno tuttavia bisogno di membri per poter essere una minaccia per i loro nemici, così i primi cristiani cominciarono a reclutare: inizialmente solamente tra i giudei, ma col tempo ammisero anche gentili. Inizialmente essi dovevano essere circoncisi per poter diventare membri, ma dovevano anche mangiare carne umana e uccidere un innocente – per essere sicuri che non ci sarebbero stati ripensamenti da parte loro. Sì, agivano proprio come fanno oggi le gang criminali e la Mafia: ti chiedevano di commettere un crimine grave perché tu potessi diventare membro, per assicurarsi la tua lealtà. Non c’è via d’uscita per un cannibale in Europa, o per un assassino di bambini. Chiunque commetta crimini così orribili sarà per sempre perso per l’Europa. Questo naturalmente spiega anche il duro trattamento dei primi cristiani: quando svelati come tali venivano decapitati e anche gettati ai leoni. Certamente, erano i peggiori criminali, cannibali e assassini di bambini.

Per poter reclutare dei gentili in questa loro setta criminale, dovevano avere qualcosa di interessante da offrire loro. Il giudaismo in sé non era di nessun interesse per un gentile europeo, né la battaglia per la Giudea, così i primi cristiani cominciarono ad adottare vari simboli, ideali e costumi europei e romani. Inizialmente l’idea che Gesù fosse un iniziato europeo, come suggerito dalla sua (simbolica) morte e risurrezione dal regno della morte: questo era il classico rito di passaggio Europeo al tempo. Anche l’idea che Gesù fosse divino era una classica idea Europea. Con il tempo adottarono sempre più cose dalla religione europea, perché hanno dovuto farlo per poter reclutare con successo degli Europei nella loro organizzazione. Per la stessa ragione furono anche costretti ad abbandonare il cannibalismo e l’infanticidio.

Con membri europei i primi cristiani poterono così infiltrare ogni istituzione romana, e come sappiamo alla fine riuscirono a fare questo fino ai livelli più alti. Vinsero la loro battaglia quando riuscirono a piazzare uno dei loro sul seggio imperiale. Roma era così persa per sempre, e poco tempo dopo si sgretolò e cadde.

Sentiamo dire che le invasioni “barbariche” causarono la caduta di Roma, ma la verità è che Roma marcì dall’interno, a causa del lavoro dei primi cristiani, i quali fecero tutto ciò che poterono per distruggere l’Impero Romano: con il terrore, con il porno e altre perversioni, con la schiavitù, con l’usura e così via. Se c’era una qualche sorta di affari dannosi o attività sovversive, i primi cristiani erano lì, pesantemente coinvolti. Le invasioni “barbariche” ebbero luogo solo perché gli altri popoli d’Europa, non ancora infettati dal cristianesimo, videro ciò che diventò Roma una volta esposta a questi primi cristiani, ed essi volevano difendersi da tutto questo – proprio come fecero gli scandinavi centinaia di anni dopo, durante l’Era Vichinga, una volta che si era diffusa la peste spirituale del cristianesimo.

Il cristianesimo si diffuse – proprio come i “barbari” avevano temuto – e portò anche il resto d’Europa a marcire dall’interno. Distrusse una cultura europea dopo l’altra, come una Spirituale Morte Nera. L’ultima a cadere fu la cultura lituana nel 14° secolo, o se preferite la cultura Sami nel 18° o 19° secolo.

Il cristianesimo è cambiato enormemente nel corso degli anni, perché doveva adottare i costumi dei popoli che cercava di distruggere. Se non lo avesse fatto non avrebbe avuto speranze di successo. Se non avesse adottato la morale pagana, i costumi, i riti e le tradizioni pagane avrebbe fallito miseramente. Così fece, e oggi siamo rimasti con un cristianesimo con quasi esclusivamente contenuti europei, e solo una piccola parte di giudaismo. I costumi europei sono stati involontariamente preservati dal cristianesimo più di quanto ne siano stati distrutti da esso. In questo senso il cristianesimo ha fallito: noi siamo ancora europei che celebrano le principali feste europee. Yule (Natale N.d.T.). Halloween. Ostara (Pasqua N.d.T.). E tutte le altre che vi vengono in mente, sono tutte grandi feste europee. Il disprezzo dei giudei nei confronti del cristianesimo oggi non è a causa della sua origine, ma a causa di ciò che è diventato. Non è ciò che essi volevano che fosse. Hanno fallito.

Nonostante il cristianesimo non sia ciò che si intendeva fosse, esso rappresenta ancora l’internazionalismo ed è una seria minaccia per la diversità su questo pianeta. A causa della sua origine viene ancora usato come mezzo per distruggere le culture gentili.

Per giudei e musulmani, e anche per altri, è possibile andare a casa, ma il modo per rimuovere il cristianesimo dall’Europa, armi e bagagli, è semplicemente assicurarsi che le prossime generazioni crescano come veri europei. Quando i cristiani moriranno, di vecchiaia, allo stesso tempo morirà il cristianesimo e la sua influenza negativa sull’Europa. Saremo liberi di nuovo. Sani. Integri. Felici. Come eravamo una volta. HailaR WôðanaR!

NB! Ricordate che NON ho alcun profilo Facebook, quindi tutti coloro che pretendono di essere me sono degli impostori. Ricordate anche che tutti i siti su Burzum, ad eccezione di burzum.org, sono falsi, fatti da fans o da individui che non vogliono il mio bene.

Traduzione a cura di Vargr í Véum

Advertisements

4 thoughts on “Sul Cristianesimo

  1. Pingback: About Christianity | Thulean Perspective

  2. Pingback: On Christianity | Taliban Norge

  3. Pingback: Les chrétiens | Thulean Perspective Français

  4. Pingback: 基督教是猶太教宗派之一 | Taliban Norge

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s