Eco dal Passato

Abbiamo stabilito che quanto ci permettono di sapere sulla nostra storia è principalmente frutto di una falsa-propaganda. Possiamo studiare i gettonati registri storici ufficiali, ma in tal caso stiamo solo soddisfacendo il nostro bisogno di fatti con menzogne, e di conseguenza cresceremo “più” ignoranti (poichè dunque penseremmo di sapere, quando in realtà non è così). Non è una regola assoluta, ma generalmente possiamo dire che più antica è una fonte, e più plausibilmente ci dirà la verità sui fatti che narra. Dicono che i rapporti storici più antichi siano pieni di errori ed esagerazioni, e forse è così, ma comunque saranno più accurati, credibili e veritieri rispetto alle costruite, cesellate, premeditate e deliberate bugie che ci vengono propinate durante tutta la nostra vita, a scuola, all’università, nei libri, nell’intrattenimento e così via. L’esempio più vicino di un libro accurato e veritiero sulla storia moderna potrebbe essere «I protocolli dei Savi di Sion».

I nostri nemici hanno da sempre distrutto i nostri registri storici ogni qual volta ne hanno avuto l’opportunità, e ne hanno sempre rimpiazzato la veridicità con le loro sporche bugie, e l’hanno sempre fatto per una ragione specifica – ed è sempre la stessa ragione. Stanno nascondendo qualcosa che non vogliono farci sapere. Sono terrorizzati dalla paura che noi possiamo venire a conoscenza della verità su di loro.

Traduzione a cura di Andrea Calistro.

Advertisements

One thought on “Eco dal Passato

  1. Pingback: Wotan; id est furor! | Thulean Perspective Italia

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s