Christianos ad leonem!

Il Cristianesimo non è più quello che era una volta. Sì, diamo un’occhiata alle radici del Cristianesimo e come questo era nei primi secoli della sua esistenza.

Cerchiamo di capire prima di tutto perché i primi Cristiani venivano perseguitati dai Romani. Come molti di voi probabilmente già sapranno, tutti i primi Cristiani erano Ebrei. Era una pura setta Ebrea. Ad alcuni questo non significherà poi molto, ma quando scopriamo le ragioni che i Romani avevano di perseguitarli, una lampadina si accenderà nella testa di ognuno: erano accusati di incesto, di effettuare sacrifici di bambini, di cannibalismo e di altri crimini scandalosi.

Come alcuni di noi sanno, l’incesto pedofilo della più rivoltante specie è sorprendentemente tutt’oggi una pratica comune tra gli Ebrei, ed è pure legalizzato e argomentato nei loro testi religiosi – in particolare nel Talmud. (Visitate Destroy Zionism per saperne di più, se avete bisogno di maggiori prove.)

Anche uccidere il bambini è stata per lungo tempo una pratica comune tra gli Ebrei. Alcuni affermano che lo facciano ancora, ma le prove suggeriscono che lo hanno fatto solo per circa 3.000 anni della loro vergognosa storia. Per diventare un Ebreo, per essere accettato come Ebreo (per diventare uno del popolo “eletto”), l’aspirante Ebreo doveva lapidare a morte un bambino innocente. Quelli che si rifiutavano di farlo sarebbero stati lapidati a morte a loro volta.

Una descrizione piuttosto divertente di come ciò veniva messo in pratica la possiamo trovare in Brian di Nazareth. Da notare che, sebbene il team di Monty Pyton l’abbia reso come uno scherzo, l’hanno basato su dei fatti storici reali, e tali prove dimostrano che veniva fatto anche a dei bambini innocenti. Per meglio capire tutto ciò, provate a vederlo come il modus operandi delle moderne gang criminali di motociclisti: esigono che gli aspiranti commettano alcuni crimini importanti prima di divenire dei membri: se l’aspirante li commetterà, allora lo avranno “per le palle”, per così dire, il che significa che se dovesse tradirli cadrebbe anch’egli con loro. La setta Ebrea è una setta criminale (come si è potuto vedere dalle loro operazioni nell’Impero Romano così come nell’Antico Egitto), che praticava una forma di questo “rituale d’iniziazione” – e per 3.000 anni lapidarono a morte dei bambini innocenti per essere accettati come veri membri.

Quando si tratta delle accuse sul cannibalismo, questo, forse con la sorpresa di almeno molti di noi, non è in realtà un nonsense inventato.
Da The Hidden Mysteries leggiamo che:

Nell’Antichità in Messico, Lord Kingsborough scrive: “In nulla i Messicani assomigliano maggiormente agli Ebrei che per la moltitudine dei loro sacrifici…”. “Era costume presso gli Ebrei mangiare una porzione della carne che veniva sacrificata, e di bruciare il resto; Peter Martyr, alludendo a tale costume dice, nel quarto capitolo nella sua quinta Decade, che, “Come gli Ebrei a volte mangiano [sic] gli agnelli sacrificati secondo la vecchia legge, allo stesso modo mangiano la carne umana [sic], scartando solo le mani, i piedi e le budella.”

Kingsborough dice inoltre: “Tutti gli Autori spagnoli sono concordi che nessuna sofferenza da carestia avrebbe potuto indurre i Messicani, quando strettamente assediati da Cortes, a mangiare la carne dei loro connazionali che venivano uccisi: da cui si deve dedurre che mangiavano solamente la carne di quelli che venivano sacrificati e delle vittime devote. Gli Ebrei erano meno in grado si sopportare i tormenti della fame.”

Gli Antichi Ebrei erano conosciuti per le loro pratiche di cannibalismo, per tale motivo sono stati chiamati “orribili cannibali” dall’eminente studioso Cristiano Lord Kingsborough.

Inoltre, sappiamo che Jon D. Levenson, Susan Nidditch e Susan Ackerman (Ebrei essi stessi!) affermarono che alcuni (antichi) Israeliti credevano che il sacrificio di bambini fosse una parte legittima del Giudaismo.

images-2

Quindi non è affatto improbabile che le accuse rivolte ai primi Cristiani, riguardanti incesto, cannibalismo e sacrificio di bambini, non venissero inventate dai Romani così da dargli una scusa per perseguitarli. Molto probabilmente perseguitavano i primi Cristiani perché avevano tutte le ragioni di farlo! Perché questi Cristiani Ebrei  erano realmente incestuosi, cannibali e uccisori di bambini!

I riti Pagani che oggi sono così diffusi nel Cristianesimo non vi furono inclusi fino a molto dopo, quando diversi Europei sono stati abbindolati ad entrare a far parte di quel rivoltante culto di Gesù. All’inizio non avevano nemmeno il Natale! Originariamente era un setta totalmente Ebrea! Quando alle varie genti d’Europa venne inculcato a forza questo primitivo culto dell’odio, sotto minaccia di morte e tortura, si rifiutarono di rinunciare alle proprie tradizioni Pagane, e non importa ciò che i vari papi e altri Ebrei lunatici fecero nel corso degli anni: non riuscirono mai a far abbandonare, nemmeno all’Europa Cristianizzata, le proprie tradizioni Pagane (non tutte).

Inizialmente i Romani trattarono i primi Cristiani nel più ragionevole dei modi: per esempio, l’onorevole Imperatore Marco Aurelio ordinò di decapitare tutti i Cristiani Romani, di bruciare tutti i Cristiani non Romani, e che tutti gli schiavi Cristiani venissero gettati in pasto ai leoni. Sì, gli orribili Ebrei Cristiani affrontarono un vero Olocausto… ed ovviamente per un’ottima ragione. Come sempre.

Vi starete chiedendo come mai la Roma Pagana divenne successivamente Cristianizzata, e io non sono meno sconcertato da ciò di quanto voi non lo siate, ma possiamo solo ipotizzare che la massa di ratti a noi nota come Ebrei Cristiani deve essersi comportata in un modo molto simile a come fanno gli Ebrei oggi, che, per esempio, nel giro di 200 anni sono stati capaci di trasformare l’intero continente Europeo in un bordello femminista, che annega nella degenerazione, nella depravazione e in altre specialità Ebree. (Ahimè! Se solo la Nobiltà Francese avesse soppresso quella rivolta in Francia, istigata e capitanata da Ebrei, nel 1789…)

Sono sicuro che gli Ebrei saranno molto delusi riguardo al fatto che i Cristiani d’Europa non sono affatto ciò che si aspettavano. Non lapidano a morte i bambini. Di norma non stuprano i loro figli (sebbene molti preti lo facciano). Né mangiano la carne di altri esseri umani. Ma che peccato…

No, gli Europei Cristiani sono ancora piuttosto Pagani: praticano ancora i riti Pagani, sebbene con un contenuto Cristiano, sono ancora gentili, dignitosi e esseri umani rispettosi della legge. E il più grande fallimento di tutti: possono in ogni momento abbandonare quel crocifisso nella fogna a cui appartiene e impugnare il martello di Þôrr! E se non lo fanno, i loro figli ne saranno più inclini – poiché l’Europa si sta svegliando, e sta vedendo un’onda di illuminismo Pagano per tutto il continente, che bandisce l’oscurità Ebrea del Cristianesimo. Abbiamo il nostro secondo Rinascimento già ora che ne stiamo parlando, e questa volta lo vivremo a pieno e riporteremo le nostre divinità, i nostri eroi e le nostre eroine al posto a cui appartengono! HailaR WôðanaR!

E come fare con i “nuovi Cristiani”? Lo sapete già…

Un Eroe Romano Pagano d’Europa: Marco Aurelio

383px-marcus_aurelius_glyptothek_munich limage_et_le_pouvoir_-_buste_cuirassc3a9_de_marc_aurc3a8le_agc3a9_-_3

Traduzione a cura di Marco Prandini

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s