Libertà di, libertà da

L’illusione di libertà è comunemente usata nella propaganda popolare per millantare che un sistema conferisca a un individuo molta più libertà rispetto agli altri sistemi. Dimenticano però qualcosa di molto importante; c’è qualcosa chiamato libertà di, ma c’è anche qualcosa chiamato libertà da, e molto spesso il primo esiste a spese del secondo, e viceversa.

Dimenticano altresì di dirci che spesso il prezzo della libertà di un uomo è la libertà di un altro uomo, a prescindere.
Questo può non essere sempre stato vero, ma dall’introduzione dell’agricoltura in poi lo è stato senz’altro.

Libertà non è un termine puramente positivo, in quanto troppa libertà porta solo irresponsabilità e stagnazione; è quando, per esempio, ti sposi e hai figli, e quindi sacrifichi un po’ della tua libertà personale, che diventi una persona che contribuisce alla sopravvivenza della tribù al meglio. Certo, anche un giovane guerriero auto-sacrificale può esserlo, ma a cosa serve il suo sacrificio di sé per il miglioramento della tribù se la tribù in ogni caso non ha generazioni future? Un uomo deve prima produrre figli, e poi, una volta cresciuti e ben educati, può iniziare a sacrificarsi per il miglioramento della tribù.

Essere libero di fare ciò che vuoi non è un dono, ma in realtà solo un modo molto stupido per terminare la tua stessa vita nella maniera più insignificante. Sì, hai questa libertà al giorno d’oggi; puoi saltare da rupi con un paracadute attaccato alla schiena, o appeso a una lunga corda e via dicendo; puoi immergerti fino al fondale marino e nuotare fra gli squali se vuoi; puoi prendere tutte le droghe del mondo, una dopo l’altra; puoi concentrarti sull’istruzione e sul fare soldi, se gradisci; puoi guidare veloce nella tua lussuosa auto; puoi dormire in giro e farti tutte le stupide sgualdrine che vuoi o per le quali puoi pagare; puoi decidere di vivere in una tenda al parco e mendicare per sopravvivere; puoi diventare un crociato e uccidere arabi [“towelheads”, NdT] per soldi; puoi andare in bici in giro per il mondo, se ne hai voglia; puoi sposare un negro, se desideri, e avere piccoli figli marroni e ottusi; puoi addirittura sposare una persona del tuo stesso sesso! Le opportunità sono pressoché infinite. La società non ti condannerà moralmente indipendentemente da ciò che farai – a meno che ovviamente non decida di combattere questo sistema e la “libertà” che fornisce a tutti noi (caso in cui saresti invece un porco nazista e meriteresti che ti sparassero – due volte).

Sei libero di avere questo aspetto se vuoi;

3639460076_f4651babee

Non hai però altrettanta libertà da. Dato che anche tutti gli altri hanno la libertà di potresti finire stuprato in strada da animali subumani, o potresti essere investito da un’auto guidata da un perdente ubriaco, o potresti contrarre una malattia venerea, perché quella troia che ti sei fatto non ha giaciuto solo con te, o potresti ritrovarti figli marroni e ottusi con in più i cervelli danneggiati (visto che nessuno ti ha detto che i bambini di razza mista molto spesso li hanno), o potresti assistere mentre i tuoi bambini vengono derubati, stuprati o uccisi in strada da altri ragazzini, i quali hanno avuto la libertà di crescere senza alcun genere di educazione. La verità è che non abbiamo molta libertà da, oggi. Un’anziana signora con cui mia madre parlò negli anni 90 disse che le mancava l’occupazione tedesca, e naturalmente la cosa un po’ sorprese mia madre, che le chiese dunque il motivo; “perché Oslo era sicura allora. Non c’era assolutamente crimine. Avevamo soldati tedeschi a pattugliare le strade, e ci sentivamo così al sicuro. Questi bei giovani uomini tedeschi erano così cortesi e ben educati, a differenza dei giovani di oggi”. Quindi lei aveva libertà da, e apparentemente reputava che fosse meglio. Ho idea che alcuni – forse molti – concordino. Io so di farlo.

Non sei libero dal rischio di vedere la tua auto moderna di bassa qualità, che per ottenere sei diventato schiavo dei debiti, finire così;

110505_france_rioting4

Sì, le nostre società “democratiche” non sono in realtà più libere di quanto non lo fosse un’occupazione nazista, poiché l’estrema libertà di annichilisce completamente la nostra libertà da.

Abbiamo davvero bisogno di un equilibrio tra libertà di e libertà da, e mai dobbiamo lasciare che le nostre società divengano prive di attitudini morali, come però lo sono oggi. E sì lo sono! Permettere tutto o quasi tutto non è morale, bensì nichilismo e ignoranza! Le morali delle “democrazie” moderne sono puramente ipocrite, come si può osservare in quasi tutto quel che fanno; “aiutano” i “poveri” immigrati, ma a spese dei nativi europei; combattono per l’ambientalismo, ma importano milioni di esseri umani da dove vivono senza inquinare in Europa, in cui vivono poi nella maniera più inquinante possibile; combattono per la conservazione delle specie animali minacciate, ma fanno del loro meglio per distruggere la diversità umana patrocinando la mescolanza delle razze in ogni modo possibile; affermano di combattere per i diritti degli animali, ma allo stesso tempo torturano milioni di animali in enormi stabilimenti alimentari, rigurgitando cibo di bassa qualità per sfamare le insignificanti masse che hanno importato da paesi poveri; dicono di essere ambientalisti, ma nonostante ciò producono beni di una qualità talmente bassa che sono poco più di spazzatura dall’istante in cui li togli dalla loro confezione; dicono di essere ambientalisti, ma producono auto che sono progettate per non durare più di 3 o al massimo 5 anni, mentre potrebbero fare come si faceva negli anni 50 e 60 e costruire auto fatte per durare una vita; combattono per il diritto degli omosessuali di sposarsi e avere figli (adottati), ma non gli importa dei bambini adottati dagli omosessuali, i quali si ritrovano a dover crescere in una “famiglia” priva di una naturale relazione con la specie umana; dicono di combattere per i diritti delle donne, ma promuovono le donne solo come oggetti sessuali, e promuovono il sesso con loro come poco più di masturbazione con un altro – qualsiasi altro – corpo (dunque perché non con quello di un animale o di un bambino? Questo è il solo passo logico successivo).
Potrei continuare a elencare esempi di quanto ipocrita la loro cosiddetta “morale” sia, e di conseguenza di quanto sia vacua. Non pensano niente di quel che dicono; non hanno morale! Desiderano solo essere rieletti, in maniera che possano continuare per altri 4 o 5 anni a promuovere i loro interessi [“butter their own cake”, NdT]. A loro importa solo di vendere giornali o alzare gli ascolti dei loro programmi in TV – perché ogni morale, ogni valore tradizionale, ogni virtù su questo pianeta è stata rimpiazzata da una cosa; avidità!
Sì, le nostre società sono diventate così ebraiche da essere esclusivamente basate sull’avidità degli individui in esse. Nella società multiculturale non c’è unità, fiducia, scopo comune, guida; in essa non c’è significato!

Ciò di cui ora più abbiamo bisogno, se vogliamo che l’Europa in quanto unità biologica sopravviva, è una società libera dagli ebrei e dall’influenza ebraica. L’unico modo per ottenere questo è tramite l’Ôðalismo!

Traduzione a cura di Marco V. H.

Advertisements

2 thoughts on “Libertà di, libertà da

  1. Pingback: Freedom to, freedom from | Thulean Perspective

  2. Pingback: Lo Specchio Nel Pozzo | Thulean Perspective Italia

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s